Achille Maccapani Blog

ottobre 4, 2009

Qui Genova sull’Evirato: l’articolo di Cristina Origone

Filed under: Uncategorized — achillemaccapani @ 11:30 am

(Stamattina anche la rivista on line Qui Genova ha dedicato un articolo al nuovo romanzo, a firma di Cristina Origone. Una circostanza, questa, che mi fa veramente piacere, essendo Cristina una bravissima e valente autrice di noir contemporanei al femminile, editi da Delosbooks e Frilli. L’articolo è consultabile su http://www.quigenova.com, ma lo propongo di seguito. A.M.)

Nella serata di lunedì 5 ottobre, la 206° Sagra di Inzago, città dell’hinterland milanese, verrà aperta con la prima presentazione nazionale del romanzo “Confessioni di un evirato cantore” di Achille Maccapani, pubblicato da Fratelli Frilli Editori. Che si terrà nella cornice prestigiosa del salone congressi della Villa Facheris (di origine ottocentesca), sede della Banca di Credito Cooperativo di Inzago.
Con un dibattito condotto dal prof. Dario Riva, docente e storico locale, lo scrittore ventimigliese (che aveva vissuto tuttavia nella cittadina ai confini dell’Adda fino al ’95) illustrerà le caratteristiche e gli elementi principali di questo noir storico, ambientato tra la seconda metà del ‘700 e il 1832, che si sviluppa tra Milano e le campagne della provincia (in particolare, appunto, Inzago), ma anche le varie capitali europee, tra cui figura anche una Genova profondamente segnata dagli echi della Rivoluzione francese, dove si trovò a cantare in occasione del primo concerto di un giovanissimo Nicolò Paganini.
Nel romanzo sono raccontate le vicissitudini e le peripezie amorose di Luigi Marchesi, cantante lirico milanese (di famiglia modenese), divenuto – dopo una scalata al potere, compiuta tra mille compromessi – primo sopranista al Teatro alla Scala, una delle voci più richieste nei teatri operistici italiani, e tra i più pagati dell’epoca. Cantò per i reali di Sardegna, per Caterina di Russia, e fu elogiato da numerosi intellettuali del periodo come Pietro Verri. La sua condotta di dissoluto lo portò a scampare a più di un agguato, a causa di piccole e grandi vendette: proprio in questi contesti maturò in lui un pesante rimorso, che rimase fino agli ultimi anni della sua esistenza.
Il tutto mentre la sua attività artistica procedeva senza soste, tra un teatro all’altro. Fino al giorno in cui conobbe una delle più affascinanti donne della borghesia londinese: Maria Cosway, nata a Firenze, pittrice, musicista di clavicembalo e arpa, moglie infelice, da poco rifiutata dall’ambasciatore americano a Parigi Thomas Jefferson. Marchesi si innamorò quasi immediatamente di questa donna non comune, al punto tale da corteggiarla in modo sfacciato. Sarà dunque lei, Maria, dopo aver dato alla luce la prima e unica figlia, frutto di una circostanza casuale, a scappare da Londra per raggiungere Luigi Marchesi a Venezia e convivere con lui per diversi anni.
Una grande storia d’amore. Ma anche una serie di intrecci sui misteri che si sviluppavano in quel particolare contesto storico, dalla partecipazione alla Loggia massonica di San Giovanni ai frequenti rapporti spionistici. Dallo scontro violento con Napoleone Bonaparte fino alla tardiva riappacificazione. Dall’incontro, in tarda età, con un giovane sacerdote della bassa bergamasca, del tutto immune dai rapporti col potere, sino alla decisione sofferta di affidare a lui tutto il suo patrimonio, per creare una grande opera di carità, seguendo lo stesso esempio tracciato pochi anni prima dal suo grande amore: Maria Cosway.
Frutto di anni di ricerche storiche e documentali, “Confessioni di un evirato cantore” apre un nuovo squarcio sulla storia d’Italia, racconta la fase di transizione vissuta dalla città di Milano dalla dominazione austriaca alla prima invasione napoleonica, dal governo provvisorio di Cocastelli al ritorno dei francesi, fino alla restaurazione conseguente al Congresso di Vienna. Il tutto con un approfondimento dei caratteri, dei personaggi e dei luoghi, sulla base della documentazione raccolta, ma attraverso una forma narrativa che permetta al lettore di non annoiarsi, e di trovarsi immerso in questa storia coinvolgente e piena di numerosi colpi di scena.

Annunci
TrackBack URI

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: